Fratellanza e socialità. Intervista a Vinicio Marchioni e Paolo Calabresi

UNITA. Intervista a Vinicio Marchioni e Paolo Calabresi

Nei tempi duri della crisi legata alla pandemia, U.N.I.T.A. – l’Associazione fondata da oltre 100 interpreti del teatro e dell’audiovisivo – è nata per ribadire la centralità del mestiere dell’attore, anche nella sua valenza sociale di formazione dell’essere umano. In questa intervista doppia, Vinicio Marchioni e Paolo Calabresi raccontano come i problemi di uno siano i problemi di tutti e quanto la disgregazione di un mestiere fondato in genere sull’individualismo non faccia bene a nessuno.

Amleto gioca a calcio

Amleto gioca a calcio - Immagine Clara Bianucci

Il calcio ha molto a che fare con il teatro: sono diversi gli aspetti che legano la ritualità dello spettacolo a quella del gioco del pallone. Come ha detto Pier Paolo Pasolini, ‘fantasiosa ala destra’: “Il calcio è l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione”. È quanto mai vero oggi, in tempo di Europei, con l’Italia tutta che gioca in attacco dopo la pandemia.

Le opere e i giorni. Il progetto Orazio Costa

Orazio Costa

È giunto a metà del suo percorso il progetto di ricerca “Le opere e i giorni” coordinato dal Prof. Stefano Geraci dedicato alla valorizzazione del fondo Orazio Costa conservato presso il Teatro della Pergola. Andrea Scappa ci parla delle linee editoriali dei quattro volumi in uscita a partire dal 2022.

Il nostro “Manuale di sopravvivenza” a Teatro. Intervista a Stefano Massini e Paolo Jannacci

Stefano Massini e Paolo Jannacci - Foto Filippo Manzini

Un diario di bordo per addentrarsi nella giungla della nostra epoca. Stefano Massini, con la complicità di Paolo Jannacci, ha presentato anche al Teatro della Pergola il suo nuovo libro “Manuale di sopravvivenza. Messaggi in bottiglia d’inizio millennio” (Il Mulino). In questa intervista ci raccontano la sfida di stilare un sismografo del comune sentire: squarci esistenziali e letterari svolgono così il ruolo di periscopio sugli umori e le paure di un Paese prima sconvolto, poi sempre più provato dal lungo tunnel della pandemia.