Nei numeri è la sicurezza

Il marinaio ha il sestante, l’esploratore la bussola, l’aviatore il radar. Ognuno si orienta come può. Lo spettatore del teatro, e l’abbonato in special modo, ha la combinazione tra fila e numero di poltrona. Deve essere infallibile, o genera spaesamento, come se si truccassero le stelle in cielo. Nel caso dell’abbonato, quella combinazione tra lettere e numeri indica un posto magari conservato per anni, un luogo familiare all’interno di quella grande casa che è il teatro.

Dopo un tempo immemorabile tanto è lungo stiamo per cambiare la numerazione della platea della Pergola. Non solo esteticamente, proprio concettualmente. In precedenza ogni poltrona aveva un numero consecutivo, e poteva essere rintracciata seguendo il numero medesimo diviso tra pari e dispari e la lettera corrispondente alla fila. Dalla prima dei Sei personaggi cambieremo questo sistema: i numeri ricominceranno da 1 e 2 in corrispondenza di ogni fila. Questo ci aiuterà a gestire in maniera più omogenea eventuali esigenze di allestimento che comportino rimozione di posti.

Avremo delle nuove targhette, più visibili e tutte armonizzate con l’immagine coordinata che da questa stagione la Fondazione si è data. Gli spettatori nei palchi troveranno nella parte interna della balaustra un’altra targhetta con la disposizione delle sedie, mentre per gli “abitanti” della galleria nulla cambia se non per le rinnovate targhette.

Nostalgia dei vecchi numeri? Presto ve li potrete portare a casa sotto forma di pratici ed economici portachiavi. (R.V.)

Pin on PinterestShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on Facebook