La cultura non perda il treno della ripartenza. Intervista a Eike Schmidt, Direttore degli Uffizi

La pandemia ha cambiato il modo di rapportarsi del pubblico con la cultura, anche se rimane profondo il desiderio di materialità e fisicità. Le opere d’arte in un museo, così come gli attori vivi in un teatro: Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi, ci ricorda che abbiamo bisogno non solo di ombre colorate sugli nostri schermi, ma del mondo fisico che sopravvive sempre.